Romanzi

La città perduta degli aztechi – il secondo romanzo della trilogia sulle avventure nel nuovo mondo.

La città perduta degli Aztechi

La città perduta degli Aztechi è il secondo romanzo di una trilogia basato sulle avventure di un immaginario esploratore spagnolo e dei suoi compagni di viaggio alle porte del Cinquecento. Dopo la lunga tappa a Hispaniola, Francisco de Mendoza sbarca nel Nuovo Mondo misterioso degli Aztechi, corrispondente all’attuale Messico, sei anni prima dell’arrivo dei Conquistadores. Il suo compito è rintracciare Felipe Galindez, comandante di una spedizione di trecento uomini assoldata dal Re di Spagna e inviata alla ricerca della leggendaria fonte dell’immortalità nel cuore dell’Impero Azteco. Naufragato assieme a Jana, la sua compagna, sulla costa dello Yucatàn durante una tempesta, Francisco viene accolto dalle pacifiche popolazioni indigene della costa atlantica del Messico, da cui trae le prime indicazioni per sopravvivere in un mondo totalmente sconosciuto.

Dopo essersi ricongiunto agli altri compagni e avere rintracciato un superstite della spedizione scomparsa, Francisco intraprende un lungo ed emozionante viaggio lungo il mare, le pianure, le foreste, le montagne fino al grande lago su cui sorge Tenochtitlàn (attuale Città del Messico), la capitale dell’Impero Azteco paragonabile a una Venezia d’oltreoceano. In questo lungo viaggio ricco di incontri, curiosità, scoperte e imprevisti di ogni genere, Francisco sarà il primo europeo a conoscere l’imperatore Montezuma, la sua famiglia e nuovi compagni d’arme. Dopo avere ritrovato un vecchio sciamano azteco conosciuto a Hispaniola, Francisco e i suoi compagni dovranno rintracciare Galindez e sua moglie Inés, scoprire il segreto della fonte dell’immortalità, e affrontare un esercito di Indios ribelli guidati da una misteriosa regina con il volto celato da una maschera da rettile. Un’altra minaccia dirompe sulle loro teste:  el’Exorcista, un uomo inquietante travestito da missionario al servizio del Gran Maestro Inquisitore Alain Beaumont.

PER ACQUISTARE IL VOLUME “La città perduta degli Aztechi” CLICCATE QUI.

Il conquistatore di Hispaniola è il primo romanzo della trilogia sulle avventure nel Nuovo Mondo.

Francisco de Mendoza, un giovane nobile spagnolo condannato a morte per alto tradimento, accetta di andare nell’inesplorato continente americano a rintracciare una spedizione scomparsa di trecento uomini in cambio della Grazia. Con il consenso del Re, arruola una decina di uomini e donne scelti in base a particolari abilità individuali e salpa a bordo di una caravella.

Una terribile tempesta oceanica costringe Francisco a trattenersi presso Santo Domingo, città capitale della colonia di Hispaniola. Il governatore Diego Colòn confischerà la sua nave e lo costringerà a lavorare al suo servizio come capitano militare. Saggiate le capacità del nuovo arrivato con un primo incarico, Colòn decide di assegnargli il compito di cercare, individuare e sgominare un gruppo di ribelli guidati da due temibili capi, uno conosciuto come El Oso e l’altro ancora ignoto.

Per acquistare il volume Il conquistatore di Hispaniola cliccate QUI.